ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

Ci prendiamo cura dei tuoi denti per conservare il loro aspetto naturale il più a lungo possibile

La più comune e diffusa patologia che colpisce i denti è la carie, una degenerazione infettiva del tessuto dentale.  Spesso è causata da alcuni batteri e dalla placca che si deposita sulla superficie dei denti.

L’odontoiatria conservativa, lo dice la parola stessa, rappresenta proprio l’insieme dei trattamenti ed interventi volti a “conservare” o “riparare” l’aspetto naturale dei denti danneggiati, evitando dunque di rimuoverli completamente.

La carie solitamente, vista la sua enorme diffusione, viene considerata una patologia di “seconda classe” e di conseguenza spesso sottovalutata. L’odontoiatria conservativa serve proprio a intervenire prima che la carie deteriori in maniera irreversibile il dente, rimuovendo esclusivamente il tessuto cariato con dei restauri estetici diretti o indiretti  del colore naturale dei denti, mantenendone la struttura e la vitalità con la minima invasività.

Quando la carie è molto superficiale non è dolorosa ma nel caso venga trascurata, può approfondirsi e interessare la polpa del dente fino a causare un fastidioso e a volte insopportabile dolore. A questo punto è necessaria la terapia canalare, detta anche devitalizzazione del dente, o nella peggiore delle ipotesi, la sua estrazione.

L’otturazione del dente è una tecnica di riparazione del dente colpito da una carie o danneggiato da un trauma. Consiste nel pulire il dente dal materiale necrotico presente, ed applicare del materiale “composito” per ricostruire la forma originaria del dente stesso. La caratteristica principale di questo materiale è la sua consistenza molto fluida e quindi adattabile alla cavità che deve riempire. Una volta modellata la “ricostruzione”, l’applicazione di una particolare luce detta “polimerizzante” rende il materiale solido come il resto del dente. Viste le numerose colorazioni di questo materiale, si può, nei limiti delle dimensioni, cambiare e migliorare di conseguenza la forma originale dei denti dando loro un’estetica decisamente diversa.

Si tratta della stessa terapia di “ricostruzione” vista in precedenza, ma effettuata in laboratorio.

Questa particolare procedura di ricostruzione, si rende necessaria quando la carie ha distrutto una parte importante del dente che perde perciò la sua originale robustezza. Si acquisisce un’impronta del dente lesionato in modo tale che il laboratorio odontotecnico possa realizzare una copia della sezione danneggiata. Una volta creata la parte mancante, la si cementata sul dente e si ristabilisce così la masticazione originaria.

Ti serve un consulto medico?
Prenota ora il tuo Check Up gratuito nel nostro studio!

× Scrivici qui